La spigola all'acqua pazza in "Ti ricordi di me?"


 

 
Ti ricordi di me?
 
Un film di Rolando Ravello. Con Ambra Angiolini, Edoardo Leo, Paolo Calabresi, Susy Laude, Pia Engleberth, Ennio Fantastichini, Manuel Pischedda.
 


 

Ti ricordi di me? È quello che chiede con una frequenza quasi imbarazzante Roberto alla sua innamorata, poi fidanzata, infine madre di suo figlio; ovvero Bea che ad ogni emozione troppo forte perde la memoria, ma completamente, e bisogna ricominciare da capo con lei qualsiasi stadio la relazione sia. Ma non c'è niente da fare, Roberto, cleptomane di suo e scrittore di favole per bambini sui generis, è lei che ha scelto e qualsiasi sia l'ostacolo lui lo supera con un passo lento ma inesorabile. L'ha incontrata sotto il portone della psicologa alla quale entrambi si sono rivolti per mettere capo a problemi irrisolvibili. Colpo di fulmine. Lei però non solo è narcolettica, e piuttosto svampita, ma soffre di perdita di memoria. Roberto non solo deve tener capo a questa faticosa storia d'amore ma nel farlo è da solo, perché il suo amico (Paolo Calabresi) in crisi di coppia permanente, ad ogni piè sospinto gli ricorda l'impossibilità della convivenza e la fine dell'amore. Ma non che favola sarebbe senza lieto fine? 
 
 Spigola all'acqua pazza
 
Ingredienti:
 
2 spigole da 700 g (puliti e squamati);
6 pomodorini maturi;
1/2 cipolla tritata;
1 spicchio di aglio tritato;
4 cucchiai di olio extravergine di oliva 
1/2 bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe q.b.;
4 peperoncini piccanti secchi ;
2 cucchiai di prezzemolo tritato
 
Preparazione:
 
Lavate il pesce sotto un getto di acqua corrente; asciugate la cavità addominale con della carta da cucina e salate internamente. Mettete il pesce in una casseruola o pesciera che lo contenga bene. Unite l'olio, il vino bianco, l'aglio mondato, i pomodori tagliati a metà, il prezzemolo tritato, i peperoncini piccanti, la cipolla tritata ed il sale quanto basta. Coprite a metà con acqua; una volta portato il tutto ad ebollizione fate cuocere a fiamma bassa per 20-30 minuti (dipende dalla pezzatura del pesce) coprendo con un coperchio; poi togliete il coperchio, levate il pesce e fate restringere la salsa. Il pesce non va cotto a fiamma troppo vivace, per evitare che la pelle si rompa durante la cottura.


Articolo tratto da: Private Club Cucinafilm - www.cucinafilm.it - http://www.cucinafilm.it/public/
URL di riferimento: http://www.cucinafilm.it/public/index.php?mod=read&id=1396436551